Categorie:

Articoli

Esperienza

Due opportunità interessanti, in via di definizione e di imminente avvio, rivolte agli imprenditori e operatori del settore delle rinnovabili e del risparmio energetico. Due opportunità per beneficiare di incentivi, strumenti di sostegno e finanziamenti. Si tratta del Fondo Kyoto isitutito presso la Cassa Depositi e Prestiti (CDP) e del progetto regionale “Ergon”. Oltre 600 milioni di euro a disposizione delle imprese, per migliorare, ammodernare, sviluppare la propria efficienza.

 

FONDO KYOTO

Intervista

La Provincia di Como maglia nera in Lombardia in fatto di risparmio energetico. A dirlo è l'assessore provinciale all'Ambiente, Paolo Mascetti: “Dal 2000 al 2009 il risparmio energetico del nostro territorio è migliorato, aumentando dell'1,8% all'anno, tuttavia è un dato nettamente inferiore alla media delle altre province lombarde che si attesta intorno al 3,7%”.

Evento

Uno “Sportello Energia“ dove chiedere gratuitamente informazioni su tematiche energetiche, dedicato a famiglie, associazioni, Gruppi Solidali d'Acquisto (GAS), amministratori o consiglieri di condominio e amministratori comunali.

Tecnologia

Scade il 9 agosto il termine per la presentazione delle domande per richiedere i voucher messi a disposizione dalla Camera di Commercio di Como. Si tratta di contributi in materia di risparmio energetico. Le domande finora presentate non hanno esaurito il fondo di 200mila euro a cui ammontano complessivamente i vaucher. C'è, per tanto, ancora spazio per nuove richieste, ma occorre affrettarsi. Qui di seguito vediamo in sintesi i dettagli principali del bando.

Evento

Un elenco di aziende e professionisti fornitori di tecnologie e servizi energetici. E' una delle opportunità offerte dal progetto Trend, acronimo di Tecnologia e innovazione per il Risparmio e l'Efficienza Energetica Diffusa. Il progetto è promosso da Regione Lombardia a partire dal settembre 2010 ed è basato sul concetto che l'efficienza energetica possa e debba essere strumento di competitività. Il progetto è stato promosso in collaborazione con Cestec (Centro per lo sviluppo tecnologico, l'energia e la competitività.

Intervista

La vittoria del “sì” al referendum sul nucleare del 12 e 13 giugno, si dimostrerà l'occasione per imprimere una nuova spinta allo sviluppo e alla diffusione delle tecnologie rinnovabili. Un'opportunità anche per il territorio di Como, Varese e Ticino, ambito d'azione del progetto Energy ch-it. Ne sono convinti i parlamentari locali che sul tema delle rinnovabili concordano su numerosi aspetti, innanzitutto sul fatto che “sul territorio insubrico possiamo aspettarci ricadute positive a livello economico e occupazionale”.

 

Esperienza

Se costruisci un edificio con energie rinnovabili, il Comune ti “regala” il 20% in più rispetto alla volumetria consentita. E' quanto ha deciso di fare il Comune di Bessozzo (VA). Un chiaro esempio di come la pianificazione urbanistica e lo sviluppo delle tecnologie rinnovabili possano e debbano incontrarsi.
Incentivi economici per spingere le rinnovabili: è il concetto alla base del PGT (Piano di governo del territorio che sostiuisce il vecchio Piano regolatore) che il Comune di Besozzo sta predisponendo.

Intervista

Basta carbone, il Canton Ticino deve puntare sulle rinnovabili. E' questa, in sintesi, la volontà emersa dal referendum votato lo scorso 5 giugno dal 28,64% del popolo ticinese. La proposta referendaria, “Per un AET senza carbone”, è stata presentata su iniziativa dei Verdi e firmata da 11.586 cittadini.